Tutti gli orari del gioco d’azzardo

Non vi è dubbio alcuno che tutta l’Italia sia “percorsa” da una rete di impugnazioni da parte degli operatori del gioco d’azzardo relativamente alle delibere comunali oltremodo limitative degli orari di accensione delle apparecchiature da divertimento (le famigerate new slot). Come ormai è noto parecchi TAR delle varie regioni sono “attaccati” da una serie infinita di ricorsi sempre in relazione a “questi ristrettissimi orari” di accensione che condizionano lo svolgersi delle attività delle sale da gioco in cui sono stati impiegati capitali e risorse da imprenditori che, nel gioco pubblico, hanno intravisto un “business”, peraltro sponsorizzato e “seguito” dallo Stato.

Questa presa di “coscienza” che attiene le iniziative di impugnazione che si stanno portando avanti si sviluppano da Nord a Sud, e da Est ad Ovest della nostra Penisola vuole essere riepilogata dall’Avv. Geronimo Cardia, legale esperto di gioco che vuole sottolineare in quanti punti del nostro territorio si “guerreggi” e come questo voglia sottolineare la difficoltà ed il malessere che “serpeggia” in tutto il settore del mondo-gioco in quanto l’accensione e lo spegnimento delle new slot si mette “di traverso” allo svolgimento delle attività ludiche che si dovrebbero sviluppare su concessioni regolarmente e profumatamente pagate allo Stato. Gli orari sono troppo limitativi e quindi le varie delibere comunali sono sì soggette ad impugnazione, ma tutto questo comporta costi, impegno di tempo e ritardi nello svolgimento delle relative attività. Ma a chi giova tutto questo? Si ha quasi paura a rispondere: alla rete illegale, alla quale si può accedere a qualsiasi orario si voglia…